Alla scoperta del nuovo treno regionale Alstom per Trenitalia

25/06/2013
  • L’Amministratore Delegato delle Ferrovie Italiane, Mauro Moretti, in visita allo stabilimento di Savigliano per vedere lo stato di avanzamento dei lavori di produzione del nuovo treno regionale acquistato da Trenitalia.
  • Rappresentanti dei media e dei consumatori invitati nello stabilimento Alstom di Savigliano per scoprire caratteristiche e pregi del nuovo convoglio

Prende forma il nuovo treno regionale di Trenitalia, progettato e costruito interamente in Italia da Alstom e destinato, a partire dal prossimo gennaio, a migliorare qualità e comfort di viaggio di migliaia di passeggeri.

L’amministratore delegato delle FS Italiane Mauro Moretti, insieme con giornalisti e rappresentanti dei consumatori, lo ha potuto vedere oggi in anteprima nel corso della sua visita tecnica allo stabilimento Alstom di Savigliano.

La visita guidata alle linee di produzione è stata organizzata con l’obiettivo di far conoscere i pregi e le caratteristiche del convoglio e constatare il concreto percorso compiuto da novembre dello scorso anno, quando, al termine di gara pubblica, fu affidata ufficialmente la commessa per 70 elettrotreni ad un piano, con un’opzione per altri 20, per un impegno finanziario prossimo ai 450 milioni di euro.

A fare gli onori di casa, nello stabilimento di Savigliano, il Presidente di Alstom Italia Antonino Turicchi e il presidente e amministratore delegato di Alstom Ferroviaria Pierre-Louis Bertina che hanno accompagnato Moretti nella visita tecnica.

I nuovi elettrotreni commissionati da Trenitalia ad Alstom costituiscono l’evoluzione di un modello già esistente e in circolazione, il Coradia Meridian, a garanzia di una pronta affidabilità del convoglio e di un rapido processo di omologazione, già avviato e il cui completamento è previsto a novembre 2013.

Confortevole e versatile, il nuovo treno sarà allestito in tre configurazioni diverse per rispondere al meglio alle diverse esigenze di mobilità: metropolitana (con più posti in piedi), regionale (con più posti a sedere) e aeroportuale (con più spazio per i bagagli). E sarà anche possibile modificare la configurazione, per rispondere a particolari ed estemporanee richieste, con interventi semplici e rapidi.

Interamente “made in Italy”, il treno è stato progettato e sarà realizzato nei centri di eccellenza Alstom di Savigliano, Sesto San Giovanni e Bologna. La consegna del primo esemplare è prevista a gennaio 2014  e proseguirà, a regime, da giugno 2014, con  un ritmo di 4 treni al mese.

Riciclabili per il 95% e in grado di ridurre le emissioni di CO2, i nuovi treni saranno dotati di un impianto di video sorveglianza, schermi luminosi per le informazioni, impianto di diffusione audio, scritte in braille, prese di corrente a 220 V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili.
Massima accessibilità grazie al piano di ingresso allineato con il marciapiede e alle pedane retrattili, installate su ogni porta, che eliminano il gap con le banchine di stazione, permettendo quindi un agevole accesso anche ai passeggeri con capacità motoria ridotta.

Ufficio stampa Alstom Italia
Daniela Pradella, Tel. +39 02 24348.4493 – Cell. +39 348 2586205
daniela.pradella@alstom.com