Risultati 2012/2013 Alstom Italia: ordini triplicati negli ultimi tre anni, al via i lavori per la nuova fabbrica Alstom Grid

21/06/2013

Cifre chiave

(in milioni di euro)

31 marzo 2012

31 marzo 2013

% Var. marzo ‘13/

marzo ‘12

Ordini ricevuti

1.401

1.710

+ 22%

Fatturato

1.271

1.030

-19%

Dipendenti

3.500

3.500

-

Antonino Turicchi, Presidente di Alstom Italia, ha così commentato l’andamento di Alstom Spa, la holding italiana che opera nei settori dell’energia e dei trasporti con 13 sedi e 3.500 dipendenti, attraverso le controllate Alstom Power Italia Spa, Alstom Grid Spa e Alstom Ferroviaria Spa:

“Nei risultati finanziari 2012/13 di Alstom in Italia trovano conferma i segnali di crescita registrati lo scorso anno fiscale. In particolare gli ordini acquisiti, trainati dal settore Transport, crescono ancora del 22% dopo gli ottimi risultati dello scorso anno, superando gli 1,7 miliardi di euro. Mentre il portafoglio ordini complessivo di tutti settori, rappresenta circa 3 anni di carico di lavoro, dando buone prospettive per il futuro.

Se esaminiamo l’andamento dei risultati negli ultimi tre anni, emerge come, nonostante le difficoltà del contesto economico, siamo riusciti a triplicare gli ordini e ad assicurare continuità all’attività industriale. Un risultato ottenuto soprattutto grazie alla valorizzazione delle competenze e delle eccellenze locali, come il treno Pendolino a Savigliano e le tecnologie per le Super Grid e la corrente continua in alta tensione (HVDC) a Milano e Noventa di Piave (VE).

Il fatturato dell’anno fiscale 2012/13 è stato pari a circa un miliardo di euro. La flessione rispetto allo scorso anno, è dovuta ai differenti stadi di fatturazione delle commesse, in particolare non si vedono ancora i riflessi delle importanti commesse acquisite nel corso dell’ultimo anno. Circa il 50% del fatturato proviene dal mercato domestico, l’altra metà dall’export, confermando sia la ripresa del mercato italiano che l’eccellenza internazionale delle nostre sedi.

Il settore Transport, con un fatturato di €759 milioni, un ammontare di ordini acquisiti per quasi un miliardo e mezzo di euro e 2.650 dipendenti, si conferma il business più importante in Italia. Segue il Grid con 142 milioni di fatturato, generato per l’87% da commesse estere e il Power, con 128 milioni.

Tra gli ordini più importanti acquisiti nel corso del 2012/13 vanno ricordati, per il settore Transport, i 70 nuovi treni regionali Coradia Meridian per Trenitalia e i 10 per Ferrovie Nord Milano e, per l’estero, gli 8 treni ad alta velocità Pendolino per l’operatore svizzero FFS e  il sistema di segnalamento e di elettrificazione per la linea di confine Arad-Curtici in Romania. Nel settore Grid siamo coinvolti nei più importanti progetti di linee di trasmissione in corrente continua in alta tensione (HVCD), come Rio Madeira, in Brasile, la linea di trasmissione in corrente continua più lunga al mondo o il progetto DolWin3, in Germania, che collega i parchi eolici del Mare del Nord alla rete continentale.

Il basso livello di ordini registrato dal settore Power, riflette il momento di cambiamento che sta vivendo il mercato della produzione di energia. Si sta infatti passando da un sistema di produzione di energia concentrato su centrali termoelettriche ad uno decentralizzato che si basa sempre più sulle fonti rinnovabili. Questa tendenza riduce il fabbisogno di manutenzione dei vecchi impianti e, allo stesso tempo, accresce la necessità di rendere le reti più efficienti. La speranza è che il mercato, soprattutto quello domestico, abbia una ripresa nel prossimo anno e che, grazie alla nostra offerta complementare Power-Grid, possiamo rispondere a questo bisogno di una distribuzione e trasmissione dell’energia più efficiente.

Il numero dei dipendenti, che oggi si attesta intorno alle 3.500 persone distribuite in 13 sedi su tutto il territorio italiano, è leggermente cresciuto e, grazie soprattutto alla commessa di 70 treni regionali assegnata da Trenitalia, abbiamo previsto un piano di crescita che, con contratti di diversa natura, ci porterà ad aumentare gli organici di circa 300 unità.

Nel corso di quest’anno il Gruppo ha confermato la fiducia nel nostro Paese investendo complessivamente 20 milioni di euro nei siti italiani, prevalentemente per la realizzazione di nuove aree di produzione e di test o per il rinnovo delle aree esistenti.

Entro la fine del mese inizieranno i lavori per realizzare il nuovo sito Grid di Sesto San Giovanni, nel quale Alstom sta investendo 34 milioni di euro, 11 dei quali destinati allo sviluppo di attività di ricerca su tecnologie innovative. La nuova fabbrica sarà il centro di competenza mondiale del settore Grid per la ricerca, sviluppo e produzione di passanti per trasformatori in corrente alternata e continua relativi a sottostazioni in gas e generatori per l’alta tensione”.      

Alstom
Alstom è leader globale nella produzione e trasmissione di energia e nelle infrastrutture ferroviarie. Rappresenta un riferimento per le tecnologie innovative e nel rispetto dell’ambiente. Alstom produce  il treno più veloce e la metropolitana automatica a maggiore capacità al mondo. Fornisce soluzioni integrate chiavi in mano per centrali elettriche e servizi associati per un’ampia varietà di fonti energetiche comprese: idroelettrica, nucleare, gas, carbone ed eolica. Offre un’ampia scelta di soluzioni per la trasmissione di energia, in particolare per le smart grid. Il Gruppo impiega 93.000 persone in 100 Paesi e nell’anno fiscale 2012/2013 ha registrato un fatturato di oltre 20 miliardi di euro e ordini per circa 24 miliardi di euro.

Ufficio stampa Alstom Italia
Daniela Pradella, Tel. +39 02 24348.4493 – Cell. +39 348 2586205
daniela.pradella@alstom.com