Alstom fornirà a CMC sottosistemi evoluti per la nuova metrotranvia Milano-Desio-Seregno

14/01/2014

Un contratto da €40 milioni

Alstom fornirà alla Cooperativa Muratori e Cementisti - CMC di Ravenna i sottosistemi per la riqualificazione della tranvia interurbana Milano–Seregno. Il progetto prevede la trasformazione della vecchia linea tranviaria in una nuova metrotranvia che, grazie al prolungamento fino a Seregno, permetterà di servire l’ospedale di Desio e l’interscambio con la stazione ferroviaria di Seregno, favorendo i collegamenti tra Milano e la Brianza.
Lunga circa 14,3 km, la nuova linea sarà a doppio binario nella prima parte, da Parco Nord a Paderno Dugnano, per poi proseguire a singolo binario sino al capolinea dello scalo ferroviario di Seregno.
La commessa, del valore di circa 40 milioni di euro e firmata a dicembre 2013, prevede la progettazione, fornitura e installazione dell’armamento, delle sottostazioni elettriche, della trazione e degli impianti elettrici, del sistema di segnalamento e delle telecomunicazioni.
Il progetto sarà gestito dalla sede Alstom di Guidonia (Roma - 180 dipendenti), specializzata nella progettazione e produzione di sistemi per l’infrastruttura ferroviaria, con la collaborazione del sito di Bologna (600 dipendenti), centro di eccellenza mondiale di Alstom per il segnalamento ferroviario. L'entrata in esercizio dell'intera tratta, come da tempi contrattuali, è prevista per la fine del 2016.
Durante i lavori Alstom ridurrà i disagi di residenti e passeggeri utilizzando, Appitrack, il sistema automatico di posa delle rotaie che permette di ridurre di i tempi di posa binario.
Nell’ambito del progetto Alstom installerà, per la prima volta in Italia, la sottostazione reversibile di ultima generazione HESOP (Harmonic and Energy Saving Optimizer), che permette di recuperare circa il 99% dell’energia prodotta dal tram in frenatura e restituirla alla rete elettrica per essere riutilizzata.
Il sistema di segnalamento, simile a quello utilizzato per le linee ferroviarie, verrà affiancato dal sistema di supervisione e controllo di tipo metropolitano ATS (Automatic Train Supervision), in modo da garantire completa sicurezza ai passeggeri e maggior controllo all’operatore. Grazie a telecamere intelligenti ad alta definizione, il sistema di telecontrollo permetterà di risolvere repentinamente le anomalie tramite un’analisi computerizzata delle immagini, come gli oggetti lasciati in banchina.


Alstom in Italia
Alstom è presente in Italia dal 1998 e oggi opera nei mercati della produzione e trasmissione e di energia e del trasporto ferroviario, attraverso le controllate Alstom Power Italia Spa, Alstom Grid Spa e Alstom Ferroviaria Spa. Il Gruppo – che ha raccolto l’eredità di nomi storici dell’industria italiana, quali Ercole Marelli, Fiat Ferroviaria e Passoni & Villa – ha 12 sedi sul territorio nazionale e impiega circa 3.500 persone. Nell’anno fiscale 2012/2013 ha registrato un fatturato di 1 miliardo di euro. Grazie alle proprie tecnologie Alstom Italia partecipa attivamente allo sviluppo delle infrastrutture del paese e contribuisce al suo progresso.

Alstom Transport
Promotore di una mobilità sostenibile, Alstom Transport sviluppa e propone la gamma di sistemi, apparecchiature e servizi più completa del settore ferroviario. Alstom Transport gestisce la totalità del sistema di trasporto, dal materiale rotabile al segnalamento alle infrastrutture, proponendo ai suoi clienti soluzioni chiavi in mano. Presente in oltre sessanta Paesi, Alstom Transport ha registrato nell’esercizio 2012-2013 un fatturato di 5,5 miliardi di euro, dando lavoro a circa 26.700 persone.

Contatto stampa
Daniela Pradella - Tel. + 39 02 24348.4493; Cell. +39 348 2586205
daniela.pradella@alstom.com

Discover HESOP, the braking energy recovery solution developed by Alstom

Watch the animation