Alstom ammodernerà i sistemi di segnalamento sulla linea ferroviaria regionale Beni Suef - Asyut

16/01/2015

Alstom si è aggiudicata un contratto del valore di 100 milioni di euro [1], assegnato dalle Ferrovie Nazionali Egiziane (ENR) per la fornitura di apparecchiature di segnalamento per la linea ferroviaria Beni Suef-Asyut in Egitto. Il contratto prevede inoltre la manutenzione per un periodo di cinque anni. Le consegne inizieranno nel 2016 e l’entrata in funzione del sistema è prevista entro gennaio 2019.

La linea ferroviaria regionale Beni Suef-Asyut è lunga 240 km. Alstom fornirà la soluzione Smartlock - il suo nuovo Sistema di Interlocking Elettronico (EIS) - per sostituire quello elettromeccanico esistente, oltre alle apparecchiature lungo i binari, a un sistema di alimentazione e a un sistema di telecomunicazioni. La soluzione di Alstom garantirà la sicurezza dei passeggeri, aumentando al contempo il numero di treni in circolazione sulla rete di oltre l’80%.

La sede italiana di Bologna - 620 dipendenti, centro di eccellenza mondiale per i sistemi di segnalamento ferroviario - parteciperà al progetto fornendo il sistema di Interlocking Elettronico, Smartlock 400.

Il progetto è finanziato dalla Banca Mondiale ed è stato avviato dal Ministero dei trasporti egiziano, nell’ambito di un’iniziativa volta ad ammodernare i sistemi di segnalamento su tutta la rete ENR, a migliorare il funzionamento e ad aumentare il livello di sicurezza in conformità agli standard internazionali.

Gian-Luca Erbacci, Senior Vice President di Alstom Transport Medio Oriente e Africa, ha dichiarato: “Siamo felici di esserci aggiudicati questo importante progetto, che aumenterà significativamente il traffico sulla linea, assicurando al contempo una più elevata disponibilità del sistema e una maggiore sicurezza. Da 30 anni Alstom sostiene i progetti ferroviari in Egitto, tra cui la metropolitana del Cairo, e intende accompagnare il Paese in molti altri progetti a venire”.

Leader mondiale nella tecnologia ERTMS, Alstom si è aggiudicata contratti in 23 Paesi per 12.000 km di binari, tra cui sei delle undici linee ad alta velocità mondiali dotate della tecnologia e in pieno servizio commerciale.


[1] Registrato nel terzo trimestre dell’anno fiscale corrente