Risultati Alstom del primo semestre 2015/16 - Definita la governance futura

  • Elevato livello di commesse e solido portafoglio ordini
  • Aumento del fatturato e dell’utile operativo


5 novembre 2015 - Tra il 1° aprile e il 30 settembre 2015, Alstom ha registrato 3,9 miliardi di commesse, corrispondenti a un rapporto ordini ricevuti su fatturato di 1,2. Nell’arco dello stesso periodo, il fatturato è aumentato dell’8% (4% su base organica), raggiungendo un valore di 3,3 miliardi di euro. L’utile operativo (al netto dei costi di struttura) è salito a 167 milioni di euro, del 10% al di sopra dei 152 milioni di euro registrati nel primo semestre dell’esercizio precedente. L’utile netto delle attività operative in esercizio (quota del Gruppo) ha raggiunto i 18 milioni di euro, mentre il free cash flow delle attività operative in esercizio (al lordo delle imposte e dei costi finanziari) era intorno allo zero. 

Alstom ha realizzato una buona performance commerciale nell’attività Transport nel primo semestre dell’esercizio 2015/16, con 3,9 miliardi di ordini, alimentati da contratti di piccole e medie dimensioni in tutte le regioni. Il fatturato è cresciuto dell’8% e l’utile operativo del 10%. I nostri precedenti obiettivi a medio termine rimangono invariati”, ha affermato Patrick Kron, Presidente e Amministratore Delegato di Alstom.

*** 

Risultati del primo semestre 2015/16 

Livello elevato di ordini  

Nel corso del primo semestre 2015/16, Alstom ha registrato 3,9 miliardi di euro di ordini, rispetto a 6,4 miliardi per lo stesso periodo dell'anno scorso, che comprendeva un contratto da 4 miliardi di euro in Sudafrica. Il rapporto ordini ricevuti su fatturato si è mantenuto solido, a 1,2. Importanti successi commerciali sono stati conseguiti in tutte le regioni, tra questi figurano la manutenzione delle locomotive in Kazakistan, locomotive in Azerbaigian, un sistema di metropolitane a Panama e una metropolitana in India, treni regionali in Francia e Algeria, oltre a sistemi di segnalamento a Hong-Kong, in Canada e in Svezia.

Il portafoglio ordini ammontava a 27,7 miliardi di euro al 30 settembre 2015, corrispondente a più di 4 anni di fatturato.

Aumento del fatturato e dell’utile operativo

Nel primo semestre dell’esercizio 2015/16, il fatturato di Alstom ha raggiunto i 3,3 miliardi di euro, in aumento dell’8% (4% su base organica), con solide performance in Europa e una crescita costante nei paesi emergenti. Le principali consegne in Europa hanno riguardato treni regionali, suburbani e ad altissima velocità in Francia, treni suburbani in Italia, contratti di manutenzione nel Regno Unito e in Svezia. L’aumento del fatturato nei paesi emergenti è stato sostenuto dalla sottoscrizione di contratti per metropolitane e tram in America Latina, oltre all’avvio dell’appalto PRASA in Sudafrica.

L’utile operativo (inclusi i costi di struttura) è cresciuto da 152 milioni a 167 milioni di euro, che costituisce un aumento del 10%, con un margine operativo del 5,1%.

Influenzato dai costi di cessazione sostenuti nel quadro dell’operazione con General Electric, dagli elevati oneri finanziari transitori nonché da svalutazioni specifiche, il reddito netto delle attività operative in esercizio (quota del Gruppo) è ammontato a 18 milioni di euro nel primo semestre 2015/16.

Free cash flow1 delle attività operative in esercizio intorno a zero

Il free cash flow delle attività operative in esercizio (al lordo delle imposte e dei costi finanziari) è ammontato a (5) milioni di euro nel primo semestre 2015/16, rispetto a (85) milioni di euro nel primo semestre 2014/15, e ha subito l’impatto dell’avvio di alcuni progetti.

1Al lordo delle imposte e dei costi finanziari


Il Gruppo aveva disponibilità liquide lorde di 1,8 miliardi di euro a fine settembre 2015, con una linea di credito non utilizzata di 1,35 miliardi di euro.

Al 30 settembre 2015, l’indebitamento finanziario netto del Gruppo era aumentato a (4.803) milioni di euro, rispetto a (3.143) milioni di euro al 31 marzo 2015, principalmente a causa del free cash flow negativo nel corso del periodo.

Il patrimonio netto è diminuito nel periodo in esame, attestandosi a 3.744 milioni di euro al 30 settembre 2015, rispetto a 4.224 milioni di euro al 31 marzo 2015.

Prospettive

Come indicato in precedenza, per il medio termine, si prevede una crescita del fatturato superiore al 5% annuo su base organica, mentre il margine operativo dovrebbe migliorare gradualmente del 5-7%. Si prevede un free cash flow in linea con l’utile netto, al lordo del contributo delle attività del settore Energia, con una possibile volatilità su brevi periodi.

***

Governance

Sulla base della decisione annunciata da Patrick Kron di rassegnare le dimissioni dalla carica di Presidente e Amministratore Delegato dopo il ritorno agli azionisti di parte dei proventi dell’operazione con General Electric, il Consiglio di Amministrazione ha indicato l’intenzione di mantenere le cariche di Presidente e Amministratore Delegato combinate in un’unica funzione e di affidarle a Henri Poupart-Lafarge, attualmente Amministratore e Vicepresidente esecutivo di Alstom, che ha già dichiarato che accetterà tale incarico.

Inoltre, Lalita Gupte e Katrina Landis hanno espresso l’intenzione di dimettersi dalla carica di Amministratore il 31 dicembre 2015. Il Consiglio di Amministrazione non prevede di eleggere immediatamente nuovi Amministratori in seguito a tali dimissioni, nell’ottica di una riduzione delle dimensioni del consiglio.

*

Il bilancio semestrale può essere consultato sul sito web di Alstom, all’indirizzo www.alstom.com.

 Alstom

Promotore della mobilità sostenibile, Alstom sviluppa e commercializza sistemi, apparecchiature e servizi per il settore ferroviario. Alstom gestisce la totalità del sistema di trasporto - dai treni ad alta velocità, alle metropolitane e ai tram - oltre alla manutenzione, all’ammodernamento, all’infrastruttura e alle soluzioni di segnalamento.

Alstom è leader mondiale nei sistemi ferroviari integrati. Ha conseguito un fatturato di 6,2 miliardi di euro e ha registrato commesse per 10 miliardi di euro nell’esercizio 2014/15. Con sede centrale in Francia, Alstom è presente in oltre 60 Paesi e conta attualmente 32.000 dipendenti.


Contatti:

Contatti stampa
Linda Huguet – Tel. + 33 1 57 06 10 42
Linda.Huguet@alstom.com

Justine Rohée – Tel. + 33 1 57 06 18 81
Justine.Rohee@alstom.com

Investor relations
Selma Bekhechi – Tel. + 33 1 57 06 95 39
Selma.Bekhechi@alstom.com

 

Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali basate sui piani e sulle previsioni attuali della direzione di Alstom. Tali dichiarazioni previsionali si applicano all'attuale perimetro delle attività del Gruppo e sono per loro natura soggette a una serie di importanti fattori di rischio e di incertezza (come quelli descritti nei documenti depositati da Alstom presso l’Autorità dei mercati finanziari francese (AMF)). Per questo, i risultati effettivi potrebbero differire dai piani, dagli obiettivi e dalle previsioni espressi in tali dichiarazioni. Le dichiarazioni previsionali hanno valore unicamente alla data della loro formulazione e Alstom non si assume alcun obbligo di aggiornamento o di revisione delle stesse in conseguenza di nuove informazioni, di eventi futuri o per qualunque altro motivo.