Alstom in Italia


Alstom in Italia

Alstom vanta solide radici nella storia industriale italiana: circa 16 anni fa, il Gruppo ha infatti riunito numerose società che rappresentavano il meglio nei settori dell’ingegneria e dell’elettromeccanica, continuando da allora a svilupparle con coerenza e a rinnovarle.

Il Gruppo ha oggi 8 sedi distribuite su tutto il territorio nazionale, 4 delle quali centri di eccellenza mondiale.

Grazie a questo patrimonio, Alstom Italia ha offerto e continua a offrire un contributo significativo allo sviluppo del trasporto ferroviario del nostro Paese.

L’innovazione è nel cuore di Alstom. Non solo perché il Gruppo opera in un settore a elevato contenuto tecnologico, ma per la cultura stessa, fortemente orientata all’innovazione, che è alla base di tutti i suoi processi, prodotti e servizi.

Con 2.500 persone e un giro d’affari annuo pari a un 1 miliardo di euro, rappresenta sia per il numero e l’importanza dei progetti realizzati, che per il contenuto tecnologico, una delle principali realtà industriali italiane nel settore ferroviario.

Treni ad alta e altissima velocità

  • Progettazione e realizzazione dei treni ad altissima velocità AGV/Italo per NTV, primo operatore privato del settore in Italia.
  • Progettazione e realizzazione di treni ad alta velocità Pendolino per Trenitalia, per l’operatore polacco PKP e per le Ferrovie Federali Svizzere. 

Treni regionali Coradia Meridian

Progettazione e realizzazione di nuovi treni regionali Coradia Meridian per Trenitalia, per FNM (Lombardia) e per il Gruppo Torinese Trasporti (Piemonte).

Sistemi di segnalamento in Italia e all’estero

  • Realizzazione del sistema di segnalamento per il passante Alta Velocità di Bologna.
  • Rinnovo del sistema di segnalamento della linea M1 della metropolitana di Milano, senza interruzione del  servizio.
  • Sostituzione del sistema di segnalamento nella Danimarca orientale e ammodernamento della linea Arad-Curtici in Romania.

Manutenzione

Manutenzione delle flotte: Minuetto (Trenitalia); Coradia Meridian (Trenord); Italo (NTV).

Sistemi di trazione per tram e metropolitane

Sistemi di trazione per i tram delle città di Rio de Janeiro, Ottawa, Cuenca, Dubai, Strasburgo e per le metropolitane di Chennai, Nanchino, Singapore, Parigi e Los Teques.

Infrastrutture

Infrastrutture per la Linea 12 della metropolitana di Città del Messico e di Caracas - Los Teques, e infrastrutture per la linea metropolitana M5 di Milano.

Sostenibilità

Alstom Italia rispetta le comunità con le quali interagisce e tiene conto delle attese dei vari beneficiari.

Alstom Italia si impegna ad apportare un forte contributo alla tutela dell’ambiente attraverso la fornitura di sistemi, apparecchiature e servizi. A tal scopo pone al centro delle proprie attività la fornitura di tecnologie e di servizi avanzati che permettono una migliore gestione delle risorse naturali, una rilevante riduzione delle emissioni inquinanti e dell’effetto serra per proteggere la qualità della vita, e che allo stesso tempo contribuiscono al progresso economico e sociale. 

Alstom Italia si impegna, inoltre, a fornire ai propri clienti le informazioni sugli impatti ambientali dei suoi prodotti e progetta le apparecchiature e definisce i processi di produzione in modo da ridurre al minimo il consumo di energia ed eliminare prodotti dannosi a favore di materiale riciclabile.

Alstom Italia è attenta anche nella valutazione dell’impatto ambientale nei criteri per prendere decisioni importanti e in tutti i suoi siti di produzione e amministrativi gestisce gli impatti ambientali conformemente alle regole previste nella politica EHS (Ambiente, Salute e Sicurezza) che sono oggetto di un report trimestrale. 

Salute e sicurezza

Alstom Italia si impegna a fornire un ambiente di lavoro sicuro e sano in tutti i propri siti, con pari livello di qualità ovunque essi siano presenti. Tale livello è definito nella politica di EHS (Ambiente, Salute e Sicurezza) e si applica ai dipendenti Alstom Italia e ai sub-contrattisti che operano sui siti di Alstom Italia o sotto la direzione di Alstom Italia sui siti dei clienti.

La valutazione dei rischi legati alla salute e alla sicurezza è presente in tutti i siti e per tutta l’esecuzione dei progetti. Tali misure sono implementate in collaborazione con i comitati e gli organismi competenti.

Policy locali 

Alstom Italia aderisce all’iniziativa annuale “M’illumino di meno”, la giornata dedicata al risparmio energetico promossa dall’emittente radiofonica Radio 2 della Rai. Scopo dell’iniziativa è sensibilizzare le persone, le istituzioni e le aziende sul risparmio energetico realizzabile attraverso azioni quotidiane semplici. 

Alstom Italia aderisce anche all’iniziativa annuale “Bimbi in ufficio” promossa da “Il Corriere della Sera”, coinvolgendo gran parte dei suoi siti e sensibilizzando i figli dei dipendenti verso uno stile di comportamento volto alla sostenibilità ambientale attraverso attività ludiche concepite ad hoc, in collaborazione con organizzazioni non-profit locali. 

In collaborazione con la Fondazione Banco Alimentare Onlus (Food Bank) Alstom Italia ha organizzato una colletta alimentare all’interno dei propri siti e ha promosso l’iniziativa “Il pranzo è servito” nel suo sito di Bologna, con l’obiettivo di acquistare un’apparecchiatura per la mensa aziendale in grado di preservare il cibo in eccesso da donare alla Mensa della Fraternità (30 pasti donati per giorno).

1998: Nasce Alstom Italia, dall’acquisizione da parte di Alstom di SASIB Railway di Bologna (fondata nel 1933), delle sue unità di Verona, Bari e Guidonia (Roma) e delle controllate in Europa e Stati Uniti. 

2000: Alstom acquisisce Fiat Ferroviaria (attiva dal 1880, in Fiat dal 1970) e le sue controllate Elettromeccanica Parizzi (fondata nel 1955) e Fiat-Sig (Svizzera), fuse e rinominate Alstom Ferroviaria. 

2004: Alstom si aggiudica uno storico contratto per la Cina. Il Ministero dei Trasporti cinese ordina 60 treni EMU basati sul Pendolino (ma senza tecnologia “tilting”). La commessa è gestita dai siti di Sesto San Giovanni (Milano) e Savigliano (Cuneo). 

2005: Il 19 dicembre si inaugura ufficialmente la prima tratta della linea ad Alta Velocità Roma-Napoli: è la prima linea in Europa dotata del nuovo sistema di segnalamento ERTMS (European Rail Traffic Management System) di Livello 2, sviluppato in Italia da Alstom. 

2008: Alstom si aggiudica un contratto per la fornitura di 25 treni ad altissima velocità AGV ad NTV, primo operatore privato per l’alta velocità in Italia. 

2011: Alstom completa l'acquisizione, iniziata nel 2008, della Osvaldo Cariboni Lecco SpA (fondata nel 1908), specializzata nei componenti per catenarie. 

2012: Alstom si aggiudica la gara pubblica bandita da Trenitalia per 70 nuovi treni regionali Coradia Meridian, destinati a rafforzare e rinnovare il servizio regionale in tutta Italia.