Salta al contenuto principale

Anteprima mondiale: Alstom consegna il primo autobus elettrico a Strasburgo

Download as PDF Press kit
Press contacts - Corporate

Coralie Collet

Send an email

Tel: + 33 (1) 57 06 18 81

Samuel Miller

Send an email

Tel: + 33 1 57 06 67 74

Investor relations

Julie Morel

Send an email

Tel: +33 6 67 61 88 58

Claire Lepelletier

Send an email

Tel: +33 (6) 76 64 33 06

31 gennaio 2020 – Alstom consegna il primissimo autobus Aptis al 100% elettrico alla Compagnie des Transports Strasbourgeois (CTS), l’operatore dei trasporti della città di Strasburgo. La consegna rappresenta un nuovo passo fondamentale per Alstom, che punta a essere l’attore più innovativo a livello mondiale nella mobilità intelligente e sostenibile. Successivamente a questa importante consegna, CTS formerà 150 conducenti per la guida dei nuovi veicoli. Durante la fase di formazione iniziale, l’autobus circolerà per le strade di Strasburgo con la livrea che la flotta di Aptis adotterà una volta in pieno servizio sulla linea H. Con una lunghezza di 12 metri e dotati di 3 porte, gli autobus Aptis sono stati progettati presso l’Eurométropole di Hangenbieten. Si tratta dei primi autobus elettrici nella flotta di veicoli di CTS.

“Questo è un grande momento per Alstom. Siamo orgogliosi di consegnare il primo autobus del gruppo a Strasburgo, la città che per prima ha avuto fiducia in noi ed è situata ad appena qualche chilometro dal nostro sito di produzione”, afferma Jean-Baptiste Eyméoud, Senior Vice President di Alstom in Francia.

Grazie al design innovativo, Aptis offre ai passeggeri un’esperienza di viaggio unica. Il suo sistema di accostamento per un perfetto allineamento al marciapiede, il pianale interamente ribassato e le ampie porte doppie agevolano il movimento e consentono alle persone con ridotta mobilità e ai passeggini di salire e scendere comodamente. Dotato di grandi finestrini panoramici per l’intera lunghezza, Aptis offre il 25% di superficie a vetri in più rispetto a un autobus standard e un’area posteriore di seduta con vista panoramica della città.

I veicoli richiesti dalla città di Strasburgo sono concepiti per la ricarica lenta, in deposito durante la notte. Aptis è disponibile anche per la ricarica occasionale ad ogni capolinea, mediante soluzioni di ricarica a terra (SRS) o tramite pantografo. Aptis è stato progettato per un costo totale ottimizzato, grazie ai ridotti costi di manutenzione e operativi e a una vita utile prolungata rispetto a quella degli autobus standard. L’obiettivo per le autorità locali è, quindi, avere un costo totale equivalente a quello degli esistenti autobus diesel standard.

Aptis è stato scelto inoltre da RATP e da Île-de-France Mobilités, e dalle aree metropolitane di Grenoble, La Rochelle e Toulon, dove la messa in servizio commerciale è prevista per quest’anno. Da settembre 2018, Aptis è menzionato anche dalla CATP, per gli acquisti pubblici da parte delle autorità locali. Questa menzione consente alle autorità che ne fanno parte di ordinare i veicoli Aptis in modo semplice e diretto dalla CATP, senza ricorrere a procedure onerose in termini di tempo e costi.

Aptis ha ricevuto inoltre la “Origine France Garantie” nel gennaio 2019. La certificazione garantisce che almeno il 50% del valore di Aptis sia di provenienza francese.

La progettazione, la produzione e i collaudi saranno eseguiti presso il sito Aptis di Alstom ad Hangenbieten, in Alsazia. Altri sei siti Alstom sono coinvolti nella progettazione e nella produzione di Aptis: Reichshoffen per le fiancate, Saint-Ouen per l’integrazione sistemi, Tarbes per la trazione, Ornans per i motori e Villeurbanne per i componenti elettronici della catena di trazione. Infine, il sito Alstom di Vitrolles si occupa dello sviluppo di una delle soluzioni di ricarica (SRS).